Girò la terra per avvicinarci, girò intorno a se stessa e dentro noi, finché non ci ricongiunse in questo sogno

Girò la terra per avvicinarci,
girò intorno a se stessa e dentro noi,
finché non ci ricongiunse in questo sogno,
come fu scritto nel Simposio.
Passarono le notti, le nevi ed i solstizi,
e passò il tempo in attimi e millenni.
Un carro che viaggiava verso Ninive
giunse in Nebraska.
Un gallo cantò fuori dal mondo,
ai nostri padri ancora nascituri.
Girò la terra come se danzasse
con tutti noi a bordo;
non smise di girare un solo istante,
come se tanto amore, un tal miracolo
non fosse che un adagio scritto da tanto tempo
lì, fra le partiture del Simposio.

Eugenio Montejo